I capillari (o vasi capillari), sono sottilissimi vasi sanguigni, situati tra il ramo terminale di un’arteria e quello iniziale di una vena. Questi possono comparire su viso e corpo, a seguito di problemi di circolazione profonda ( ad esempio agli arti inferiori, o per predisposizione genetica e fattori ambientali ( in particolare sul viso).

La Couperose, sinonimo di acne rosacea, è una malattia dei vasi capillari di viso e decoltè, le cause sono molteplici e riconosce una importante predisposizione genetica, che colpisce soprattutto soggetti tra i 30 e i 50 anni. È costituita da moltissime teleangectasie  a livello delle guance, che si presentano perciò arrossate. È aggravata da condizioni climatiche negative e dallo stress, da problemi digestivi e dall’assunzione di alcolici.

Il laser e le tecnologie elettro-ottiche, che garantiscono risultati ottimali e sicuri, riescono a migliorare tale condizione, che presenta comunque una predisposizione genetica e quindi tende a recidivare. Le apparecchiature Hi-Tech infatti sono strumenti medicali utilizzati da specialisti esperti, e gli interventi di trattamento laser della couperose sono assolutamente rapidi, indolore e minimamente invasivi.

Come si curano?
Attraverso l’impulso delle tecnologie è possibile far riassorbire i capillari. Il calore sprigionato dal laser selettivo effettua infatti un danno mirato alle strutture vascolari che permette l’eliminazione delle teleangectasie.

Laser con cui trattare la patologia:
Luce Pulsata
Laser ND Yag
Dye Laser
Laser Ktp 532